Don't be bored, do something!

Installare CKAN 2.2 su Ubuntu Server

In questo nuovo post vedremo come installare CKAN 2.2 su un Server Ubuntu 64 bit, servendoci di un pacchetto deb.
Per chi non conoscesse la piattaforma, possiamo dire che CKAN è un potente software open source di catalogazione dei dati, sviluppato dalla Open Knowledge Foundation.

Prima di iniziare ad installare i diversi componenti, abbiamo bisogno di un server Ubuntu 12.04 a 64bit ed è consigliabile avere un IP statico.

Prima di tutto abbiamo bisogno di installare alcuni pacchetti necessari a CKAN e da terminale diamo:

sudo apt-get update
sudo apt-get install -y nginx apache2 libapache2-mod-wsgi libpq5

Ora è necessario scaricare il pacchetto .deb; in questo momento l’ultima versione disponibile è la 2.2
Da terminale eseguiamo il comando di download:

wget http://packaging.ckan.org/python-ckan_2.2_amd64.deb

 

In seguito dobbiamo installare il pacchetto e riavviare Apache Server:

sudo dpkg -i python-ckan_2.2_amd64.deb
sudo service apache2 restart

Ora abbiamo bisogno di altre due componenti (SQL e Solr):

sudo apt-get install -y openjdk-6-jdk solr-jetty

Alla fine dell’installazione avremo un messaggio di questo genere:
* Not starting jetty - edit /etc/default/jetty and change NO_START to be 0 (or comment it out).
Pertanto c’è bisogno di modificare il file con un editor:

sudo nano /etc/default/jetty

andando a modificare le righe:

NO_START=0
JETTY_HOST=0.0.0.0
JETTY_PORT=8983
JAVA_HOME=/usr/lib/jvm/java-6-openjdk-amd64/

Naturalmente abbiamo messo 0.0.0.0 nella variabile HOST per accettare connessioni da qualsiasi host.

sudo mv /etc/solr/conf/schema.xml /etc/solr/conf/schema.xml.bak
sudo ln -s /usr/lib/ckan/default/src/ckan/ckan/config/solr/schema.xml /etc/solr/conf/schema.xml

Se tutto è andato a buon fine, possiamo avviare il servizio con

sudo service jetty start

Selezione_001
Passiamo all’installazione del database, configurando un nuovo utente e un nuovo db per CKAN:

sudo apt-get install -y postgresql
sudo -u postgres createuser -S -D -R -P ckan_default
sudo -u postgres createdb -O ckan_default ckan_default -E utf-8

Durante il secondo comando dovrete inserire la password dell’utente ckan_default
Se l’operazione è andata a buon fine, possiamo vedere il nuovo db nella lista:

sudo -u postgres psql -l

alfredo@ubuntu64: ~_003


A questo punto passiamo alla configurazione del file production.ini di CKAN
Da terminale lo apriamo con:

sudo nano /etc/ckan/default/production.ini

Sostituiamo la stringa
host = 0.0.0.0
con l’indirizzo IP e la stringa
sqlalchemy.url = postgresql://ckan_default:pass@localhost/ckan_default
in cui andiamo a sostituire il nome utente (ckan_default), la password (pass). l’IP del server (localhost) e la tabella (ckan_default).
#solr_url = http://127.0.0.1:8983/solr
in cui togliamo il # di commento e al posto di 127.0.0.1 inseriamo l’Ip del server. Salviamo il file di configurazione, usciamo dall’editor e riavviamo tutto.

Ora abbiamo bisogno di modificare alcune cose su Postgresql;

sudo nano /etc/postgresql/9.1/main/pg_hba.conf

ed alla fine del file aggiungiamo:
host all all 192.168.1.0/24 trust
Naturalmente l’indirizzo ip va sostituito con il network della vostra rete.

sudo nano /etc/postgresql/9.1/main/postgresql.conf

Cerchiamo la riga
listen_addresses='localhost'
e la sostituiamo con
listen_addresses='*'
Riavviamo il servizio

sudo service postgresql restart

ed andiamo ad inizializzare il db di CKAN con il comando:

sudo ckan db init

Se tutto è andato a buon fine, vedrete comparire Initialising DB: SUCCESS altrimenti bisogna controllare il file di log per cercare di capire il problema.
Vi ricordo che il file di log, di default, lo trovate in:
/var/log/apache2/ckan_default.error.log
Selezione_004

Tagged under: , , , , , ,

Back to top